Ricon. Regionale - Ecomuseo Valli Oglio Chiese

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storico > "attività"
 
2008
RICONOSCIMENTO REGIONALE DELL'ECOMUSEO VALLI OGLIO CHIESE
 
Con grande soddisfazione l’Associazione Ecologica Museo Oglio Chiese informa che, con la pubblicazione del Bollettino Ufficiale del 7 Agosto 2008, la Regione Lombardia ha riconosciuto l’ECOMUSEO  VALLI OGLIO CHIESE in quanto possiede i requisiti minimi previsti dal d.g.r. 8/6643 del 20 febbraio 2008 e inoltre sono riconosciuti la denominazione esclusiva e originale e il marchio, a tutela del territorio rappresentato.
 
Denominazione:  Ecomuseo Valli Oglio Chiese

Marchio:    
     
Analogamente a quanto è avvenuto per i musei lombardi, i criteri per il riconoscimento sono stabiliti dalla Giunta regionale e sono stati condivisi in un apposito gruppo di lavoro composto da funzionari regionali dei settori agricoltura, artigianato, industria, cultura, territorio, ambiente, turismo e da qualificati esperti nel settore, fra cui rappresentanti degli ecomusei lombardi, funzionari di altre regioni e dell’Università.
La legge regionale 12 luglio 2007 n.13 ha una forte impronta sussidiaria. Essa non attribuisce alla Regione il compito di istituire gli ecomusei, ma di riconoscere quelli esistenti sul territorio. La Regione Lombardia intende svolgere un ruolo di indirizzo, sostegno e coordinamento della progettualità degli ecomusei, secondo standard di qualità.
La legge indica le finalità prioritarie degli ecomusei: la ricerca, lo studio, la conservazione e la valorizzazione dell’insieme dei beni culturali, materiali e immateriali, che sono espressione di un preciso territorio, del suo ambiente e della cultura della comunità locale, con il coinvolgimento e la partecipazione attiva della popolazione.
L’esperienza ecomuseale è un’azione responsabile e partecipata di sussidiarietà, tra soggetti pubblici e privati, tesa allo sviluppo sostenibile, con particolare attenzione agli aspetti sociali, culturali ed economici del territorio.
È un’istituzione culturale in evoluzione, strumento di studio e raccolta, documentazione e interpretazione degli elementi caratterizzanti del territorio e dell’ambiente; ha funzioni di diffusione della conoscenza, sviluppa l’attività educativa, è custode dei processi passati, testimone delle trasformazioni in corso, strumento di progettazione del futuro, contribuisce alla salvaguardia ambientale e alla tutela del paesaggio e delle identità locali.
Il territorio dell’Ecomuseo Valli Oglio Chiese, in sintonia con il Parco Oglio Sud, è composto dai seguenti comuni: Canneto sull’Oglio (sede del Centro di Documentazione), Ostiano, Fiesse, Volongo, Pessina Cremonese, Isola Dovarese, Casalromano, Drizzona, Piadena, Acquanegra sul Chiese, Calvatone, Bozzolo, San Martino dell’Argine, Marcaria, Gazzuolo, Commessaggio.
Per il riconoscimento dell’Ecomuseo si ringraziano per la fattiva collaborazione i responsabili della Regione, il Sindaco e l’Assessore alla Cultura di Canneto sull’Oglio, il Presidente del Parco Oglio Sud ed in particolare il Sindaco di Taleggio (Coordinatore Regionale Rete Ecomusei di Lombardia) per il lavoro di coordinamento da lui svolto.



Manifesto presentato in occasione del Convegno Nazionale degli Ecomusei a Biella nel 2002
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu