Approfondimento - Ecomuseo Valli Oglio Chiese

Vai ai contenuti

Menu principale:

Territorio > e itinerari
 
LE IDENTITA' ECONOMICHE TERRITORIALI

L’attività agricola dei paesi lungo l’Oglio e la trasformazione dei suoi prodotti rappresentano la vocazione e l’identità più evidente di una tradizione economica assodata. Ne è un esempio il Comprensorio Vivaistico Cannetese, un’antica attività in continua espansione, che coinvolge ben dieci Comuni, con una produzione di piante che copre circa il 20% del fabbisogno nazionale e non solo.
Notevole è l’allevamento dei suini per la produzione di insaccati (Comune di Marcaria, Viadana, ecc.).
Altrettanto significativa è la quantità di latte trasformato dai caseifici in Grana Padano (a Piadena, Bozzolo, Acquanegra, Marcaria, ecc.). Alle coltivazioni tradizionali si aggiungono quelle particolari di zucche, meloni, pomodori e prodotti biologici (destra dell’Oglio). Una vera tradizione è l’industria alimentare (vedi prodotti della San Martino). Anche la ristorazione è ad alti livelli, conosciuto in tutto il mondo il Ristorante “Al Pescatore” di Canneto. Sempre nel nome della tradizione, la lavorazione dell’argilla con la fornace di Ostiano, i cestai di Volongo, la lavorazione dell’osso di Bozzolo e del giocattolo nell’area cannetese.
Tecnologie più complesse sono applicate alla lavorazione artistica del vetro (Casalromano), alle tintorie di Isola Dovarese, alle grandi produzioni di prefabbricati in cemento armato di Acquanegra sul Chiese, alle numerose litografie del territorio, alla lavorazione delle materie plastiche e all’arte del riciclaggio.
Non mancano laboratori di restauro, cesellatori e produzioni artigianali ed artistiche singolari che caratterizzano ulteriormente la cultura del territorio.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu